Cinema Privato. Luca Ferro Cinema Privato. Luca Ferro

Cinema Privato. Luca Ferro

Che il Cinema Privato accoglie quei rifacimenti, quelle varianti che il passare del tempo, a ragione o a torto, suggerisce, consentendo di riposizionare il proprio sguardo, di dare nuove connotazioni ad intuizioni e sentimenti precedenti.

 

Luca Ferro fin dagli anni ‘70 ha riflettuto sul film di famiglia, intuendone l’importanza culturale (e quindi la necessità di salvaguardarlo) e sottolineandone non solo la natura soggettiva ma anche l’”inconscia progettualità documentaria”. Per la XIV edizione, Archivio Aperto presenta alcuni lavori di questo pioniere del cinema privato che ha sempre lottato per affermarne l’autonomia produttiva, espressiva e formale. Come filmmaker si è infatti sempre mosso fuori dai percorsi canonici del cinema documentario e indipendente, a partire da Impressioni a distanza del 1975, che vedremo nella rielaborazione digitale del 2007. Si tratta del primo caso, non solo in Italia, di film che riflette sul cinema di famiglia, attraverso tre momenti filmati a distanza: le immagini “fasciste” e di guerra del padre Giuseppe, soldato in Etiopia a metà degli anni ‘30, le sequenze impostate della famiglia borghese Ferro degli anni ‘50 e di Luca ripreso da bambino, e infine le immagini girate dallo stesso Luca negli anni ‘70, ormai padre che filma: nel tempo cambiano gli sguardi, che i qualche modo si liberano, mutano le relazioni e l’intimità di famiglia, si trasformano i paesaggi e il mondo circostante, nonché le tecnologie, le pellicole, i cromatismi e le tecniche di ripresa e autorappresentazione.

 

La riflessione di Ferro prende un’altra forma, ugualmente radicale, con Coniglio, Leoni & circostanze varie che mette in scena il dispositivo del cinema di famiglia e le memorie che esso produce, attraverso : un film teorico che vale mille libri sull’home movie. Con Inchiesta di famiglia, Luca Ferro propone la forma amatoriale nel senso più profondo ed etimologico del termine: un viaggio affettivo e un’indagine a ritroso della storia famigliare che sfocia in una mitologia dove si mischiano il vero, il falso e soprattutto il finto, senza che sia più possibile fare distinzioni, ma poco importa perché le leggende fondano le famiglie: nei racconti della famiglia Ferro si attraversano quattro generazioni legate saldamente da un epos comune, grazie alla videocamera e all’abilità di incrociare le narrazioni dei protagonisti. L’omaggio si chiude con Trascorrere con Laura e Hai presente?, dedicati al tempo di vita con la moglie.

 

 

In collaborazione con Università di Firenze, Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo e Dottorato in Storia delle Arti e dello Spettacolo.

Dall'8 al 27 Ottobre
Online su MyMovies
Free and worldwide