The Maelstrom – A Family Chronicle

The Maelstrom - A Family Chronicle Péter Forgács. Hidden Histories
Dall’1 al 27 ottobre | online su MyMovies

I Peeremboom sono una numerosa famiglia di ebrei olandesi; The Maelestrom – A Family Chronicle riutilizza e monta immagini tratte in prevalenza dalla loro collezione di home movie che documentano gli avvenimenti della loro vita famigliare dal 1933 al 1942: esattamente il giro di anni che vede la nascita e la crescita del nazismo in Europa. Nel 1940 i Paesi Bassi vengono invasi dalle truppe di Hitler; di tutti i membri della famiglia solo uno di loro sopravviverà alla deportazione e ai campi di concentramento. Parallelamente alla storia dei Peeremboom – che si filmano fino al giorno in cui sono costretti a lasciare la loro casa confiscata dai tedeschi – il montaggio alterna le memorie filmiche di Seyss-Inquart, commissario nazista per i territori occupati olandesi.

 

L’opposto destino delle due famiglie – una condannata allo sterminio, l’altra alla colpa dei carnefici – attribuisce una qualità diversa alle due serie di immagini, straordinariamente simili nel mostrare quadretti di serena vita quotidiana. Il materiale d’archivio, nel lavoro di Forgács, diventa in alcuni momenti squisitamente cinematografico: l’utilizzo dello stop-frame blocca l’immagine nel momento della sua perfezione, cogliendo l’attimo in cui l’inquadratura raggiunge la “giustezza” della composizione. In alcuni casi la presenza della gag innalza il filmino amatoriale alla qualità di un vero e proprio film; ma la consapevolezza di trovarsi davanti a uno dei più straordinari documenti storici sull’olocausto ebraico costringe lo sguardo dello spettatore a una distanza etica e alla inesausta riflessione su ciò che è impresso sulla pellicola.

 

Nel magistrale lavoro di Forgács la dimensione privata del racconto della Shoah è dirompente e inedita, ed emerge come mai era accaduto prima nel cinema, sia fiction che documentario.

regia

Péter Forgács

durata

60'

formato

video | b/n e colore

anno

1997

Paese

Ungheria

Compositore

Tibor Szemzö