Maya Deren. Amateur is a Lover Maya Deren. Amateur is a Lover

Maya Deren. Amateur is a Lover

Ritorno a Maya Deren e al cinema libero

 

Filmmaker, teorica, attivista, danzatrice, antropologa, nella sua breve e intensa esistenza Maya Deren ha aperto strade e indicato vie prima di lei mai percorse. Considerata la madrina del cinema d’avanguardia americano, il suo lavoro è stato una fonte di ispirazione incredibile per diverse generazioni di artisti e la sua influenza è tuttora fortissima. Oggi più che mai è riconosciuta come filmmaker donna capace di affermarsi giovanissima in un mondo maschile, un’anticipatrice che sfugge alle definizioni e quindi scomoda.

 

Deren, figura gigantesca del Novecento di europea trapiantata in America tra le due guerre, oggi come ieri è punto di ritorno continuo e fonte di ispirazione inesauribile per produrre immagini, pensiero, arte. Per questa XIV edizione, Archivio Aperto omaggia il suo cinema con una sezione a lei dedicata, Amateur is a lover. Il titolo riprende appunto l’deologia di Maya Deren sulla libertà, sia artistica che fisica, di un cinema senza le costrizioni dell’industria e realizzato con una cinepresa leggera, il proprio corpo, i sensi, la mente.

 

Amateur is a Lover ripercorre la sua filmografia completa nella migliore edizione restaurata disponibile, con proiezioni live in pellicola 16mm alle Serre dei Giardini Margherita (dal 16 al 18 settembre) e online su MyMovies (fino al 27 ottobre): tra le opere, un lavoro incompiuto girato alla Guggenheim Gallery di New York, un “film di famiglia” con la gatta protagonista, un opera “postuma” realizzata con il girato dell’incredibile esperienza ad Haiti su danze e riti vudù, due documentari dedicati a vita e opere di Deren, una sonorizzazione live all’interno del progetto Sound in Transfigured Time su tre delle sue pellicole concepite senza sonoro e una rilettura del suo testo manifesto Amateurs Versus Professional attraverso le immagini d’archivio.

 

A cura di Paolo Simoni.

 


Con il sostegno del Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna, MiC.
In collaborazione con le Serre dei Giardini Margherita, Bologna Estate 2021, Kiné, Istituto Parri, FASCinA- Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi / Anthology Film Archive, Light Cone, Re:Voir, SixPackFilm, Women Make Movies.

Con il contributo di Unipol Gruppo, Lavoropiù e Coopfond, fondo mutualistico di Legacoop.

Dal 16 settembre al 27 ottobre
Live e online su MyMovies